Ricerca

DSC04471 Pedagogia e Disastri Naturali
Il video sulla visita a Rovereto sulla Secchia è nella pagina Multimedia
ARTICOLI
Pedagogia e disastri naturali. Un progetto su scuola e educazione nell’Emilia del terremoto, 18 agosto 2012
http://www.tellusfolio.it/index.php?prec=%2Findex.php&cmd=v&id=14902
************************************
Ricerca Europea Comparativa Daphne III
 
Progetto Daphne III: La violenza sulle donne e il danno indiretto provocato ai bambini
Si è svolta giovedì 24 novembre 2011 nella Facoltà di Scienze della Formazione la conferenza stampa di presentazione della Ricerca Europea Daphne III (in collaborazione con la cattedra UNESCO) su “Il danno indiretto provocato sui bambini che hanno assistito alla violenza contro le loro madri. Studio dei processi di vittimizzazione del bambino e di ri-vittimizzazione della madre a causa dell’esposizione del figlio alla violenza contro di lei”.
Sono intervenuti: Sandra Chistolini, Roberto Cipriani, Marina D’Amato, Matteo Villanova, Diana Pallotta
Spot per TV immagine
Spot per la TV
È possibile visualizzare il servizio realizzato da Uniroma.Tv in occasione della conferenza stampa al link http://www.uniroma.tv/?id=20009
La ricerca intende sensibilizzare e creare consapevolezza attraverso la produzione di materiale transnazionale e differenziato, a seconda del contesto del paese partecipante.
Le Università che partecipano al progetto sono: Cipro (Coordinatrice), Roma Tre, Oradea (Romania), Presov (Slovacchia).
Responsabile per l’Università Roma Tre: Sandra Chistolini
BANDO
Project Code: JLS/2008/DAP3/AG/1157 DAPHNE III PROGRAMME
-30-CE-03116350015 Selected for co-funding by the European Commission
C:\Daphne III 2009-14\Giustizia e Affari Interni PORE\P_O_R_E_ – Progetto Opportunità delle Regioni in Europa – SchedaBando.mht
Per informazioni:
Sandra Chistolini schistolini@uniroma3.it – sandra.chistolini@uniroma3.it
tel. 06 57339119 – 335 7310719  fax 00390657339150
Documenti per la divulgazione da usare con citazione della fonte
Programma Convegno Daphne III RM3 del 16.4.12
UniRM3 Daphne III Abstract 24.11.11
Ricerca Daphne III RM3 per sito DSE 13.05.10
UniRM3 Daphne III Rassegna stampa_Daphne III 05.12.11
Cicea Newsletter November-December 2009, Vol. 6
Educazione alla non violenza
I Manuali per Insegnanti, Genitori, Operatori Sociali in inglese
I manuali di Daphne III
VICTIMS_Teachers_EN
VICTIMS_Parents_EN
VICTIMS_SocialWorkers_EN
La versione in italiano dei manuali è disponibile in libreria anche con acquisto on line

PUBBLICAZIONI SUI RISULTATI DELLA RICERCA
Sandra Chistolini, Piccole vittime da proteggere,TELLUS folio, 30 dicembre 2017
Daphne III 2011-2013 Publicazioni sulla ricerca
Daphne III in Nuova Secondaria n. 7, 2012
Daphne III in Education Sciences & Society giugno 2012
Domestic violence CiCe 2012
Violence and Citizenship AASAWinter2013FINAL
FORMAZIONE
Dal 2012 sono stati svolti diversi interventi nelle scuole, presso associazioni, enti di formazione, biblioteche al fine di sensibilizzare sul tema della prevenzione al danno indiretto provocato nei minori che assistono alla violenza domestica.
13.02.14 brochure formazione carcere esterno
11.2.14 def brochure formazione carcere esterno11.2.14 def brochure formazione carcere interno
************************************
RICERCA NAZIONALE PRIN 2007-2009
SULLE COMPETENZE DEGLI INSEGNANTI
Domanda e offerta di competenza nella professione docente. Insegnanti tra realtà, rappresentazioni e aspettative istituzionali nelle regioni Veneto, Lombardia, Lazio, Campania
Divulgazione dei risultati della ricerca
 Seminari e Convegni
Seminario Internazionale Pedagogia e Scuola 24.06.2009
Brochure seminario Bergamo 26.03.2010
Seminario internazionale Italia-USA 06.07.2010
Convegno PRIN RM3 del 09.03.2011
Selezione delle pubblicazioni di Sandra Chistolini sulla Ricerca Prin 2007
– Risultati ricerca Scuole Secondarie Il Nodo 38-2010
A glimpse of secondary school Competences and performance, CiCe 2010
Convegno RM 9.3.11 Intervento
Domanda e offerta di competenza 2012
 Due giornate per la scuola:
valorizzare il merito e  formare competenze
Padova 12 – 13 marzo 2012
***
Epistemologia fenomenologica degli insegnanti
Sandra Chistolini
Università Roma Tre
 Abstract
 La Ricerca Prin 2007-2009 sulla relazione tra domanda ed offerta di competenze nella scuola secondaria presenta interessanti elementi conoscitivi tratti da quattro campioni scelti in modo ragionato: 3572 insegnanti e 219 studenti della scuola secondaria; 146 docenti dell’ultimo anno di attivazione della Scuola di Specializzazione all’Insegnamento Secondario (SSIS Lazio); 268 iscritti al corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria appena usciti dalla scuola secondaria e che hanno già scelto l’insegnamento come professione. L’area di riferimento è quella urbana e periferica di Roma.
In Italia il dibattito culturale sulla qualificazione dell’insegnante della scuola secondaria comprende l’analisi delle competenze per preparare i giovani ad essere cittadini attivi nella società della conoscenza a fondamento democratico. La ricerca apre almeno tre interrogativi sulle strategie che cercano di coniugare il momento della formazione universitaria con il momento del tirocinio nella scuola.
La prima questione riguarda la natura dell’educazione e il ruolo dei docenti all’interno del più ampio sistema educativo che stenta a diventare europeo e che resta fondamentalmente di ispirazione idealista per l’area umanistica e di ispirazione pragmatista per l’area delle scienze fisico-naturali. La seconda questione riguarda la reazione degli insegnanti alle attese sociali di apprendimento eccellente e di perseguimento del merito degli studenti. Una terza questione riguarda il collegamento dell’insegnamento entro un quadro di comprensione internazionale del ruolo e dello status del docente.
La celebrazione dell’Unità d’Italia (1861-2011) è stato un momento di riflessione anche per delineare il futuro dell’Europa e del mondo, a partire dalla formazione dei docenti. Gli Stati democratici moderni riconoscono nel concetto di unità il fine tendenziale e lo strumento principale per il progresso socio-economico e per promuovere la pace nel mondo. Consapevole del suo patrimonio spirituale e morale (Lisbona, Carta dei diritti fondamentali dell’UE 2007-2010) l’Europa pone la persona al centro della sua azione. Gli insegnanti sono il punto di forza di questo progetto che disegna una Europa aperta al mondo in continua trasformazione. Quello che viene affermato in linea di principio lo abbiamo esaminato in pratica con l’indagine quantitativa e qualitativa condotta in Italia sulla percezione delle competenze professionali dei docenti, in relazione al contesto scolastico e al rapporto intersoggettivo tra insegnante e alunno. Che cosa è importante insegnare? Quali metodi sono migliori? Quanto è curata la relazione con gli studenti? È adeguata la propria formazione? I risultati rilevano più stili di insegnamento e più modelli di scuola. Emergono nuovi interrogativi sul che cosa significa per i giovani insegnanti educare per costruire una società democratica e aperta (Dewey, Popper, Marcuse) e quale impegno pongono nella educazione alla cittadinanza attiva.
Questa voce è stata pubblicata in Ricerca. Contrassegna il permalink.